Versione italiana English version

Events

Nautical events
organized by Velavacanze

Giugno 2012 Crociere alle Baleari in Catamarano

Event

Giugno 2012 Crociere alle Baleari in Catamarano

Description Vacanza a vela tra Ibiza, Formentera, Maiorca e Minorca

Disponibilità solo intera imbarcazione con skipper

 
La quota include:
Barca e tutte le attrezzature, tender con fuoribordo e lenzuola
 
La quota non include:
Gasolio uso motore, cambusa, porti, pulizie finali 150,00, skipper obbligatorio e Hotess facoltativa

Base Mallorca - Ibiza
Embarking ogni sabato dalle 16,00 in poi
Boat Catamarano Nautitech 47 Data sheet | PDF

Baleari

Itinerary



Come sirene che con il loro soave canto ammaliano audaci navigatori così le isoleBaleari attirano ogni anno milioni di turisti da ogni parte del mondo. Situate tra la Spagna e la costa nordafricana Maiorca, Minorca, Formentera ed Ibiza costituiscono dei veri e propri angoli di paradiso con le loro spiagge dalla sabbia bianca e sottile e i numerosissimi parchi naturali. La fauna e la flora sono rimaste ancora vergini nonostante la forte espansione turistica, riscontrando cosi’ il favore di chi non intende la vacanza solo come ” puro divertimento” ma anche come modo di trascorrere le giornate a contatto con la natura.

Nelle isole Baleari non si può solo godere delle magnifiche spiagge ma anche dei diversi centri di ozio, resti archeologici di fama mondiali , divertimenti notturni (di cui Ibiza è la capitale) ed un’ottima cucina tradizionale molto ricca e variata, frutto dell’intensa attività peschereccia e contadina dell’arcipelago. Non c’è che dire le isole Baleari costituiscono un’offerta ludica e culturale che accontenterà i gusti più svariati ed esigenti. Quale migliore destinzione per le vostre crociere, in barca a vela o catamarano? Abbiamo proposte per imbarchi individuali, alla cabina (cabin charter) o con intera imbarcazione ad uso esclusivo!

Formentera, nota in tutt' Europa per essere il luogo di ritrovo piu' modaiolo delle notti iberiche , offre una enorme quantità di locali e di iniziative.
Anche le non certo trascurabili bellezze naturali dell'isola e le zone archeologiche di notevole interesse hanno contribuito a renderla meta ambita dai turisti .

La Riserva Naturale delle saline di ibiza e Formentera (Las Salinas de Ibiza y Formentera Nature Reserve ) ha un'estensione è di circa 8,564 ettari e include le piccole isole di Freus (Penjats, Espardell ed Espalmador) , le lagune e le saline delle isole di Ibiza e di Formentera. La Riserva è stata dichiarata patrimonio mondiale dall'Unesco.
La parte marina della riserva include la porzione di mare tra le isole fino ad una profondità di 40 metri, e tutta la piattaforma sottomarina. Grandissima la varietà di animali protetti che popolano queste zone: sono state registrate 205 specie di uccelli la maggiorparte concentrata nella zona litoranea, 11 specie di rettili, 56 specie di invertebrati.
L'eccezionale qualità del sale prodotto in queste zone è direttamente dipendente dalla qualità della acque. La riserva naturale delle Saline di ibiza e Formentera è la dimostrazione che l'uomo e la natura possono coesistere in modo pacifico senza causare al paesaggio mutamenti irreversibili.
Di grande importanza culturale le fortificazioni del 16° secolo , rimaste praticamente intatte a testimoniare la grandezza dell'architettura militare del Rinascimento.
Molte testimonianze della dominazione fenicia sono presenti sull'isola di Formentera: le rovine di Sa Caleta (sito archeologico di enorme importanza) e il cimitero punico-fenicio di Puig des Molins sono un eccezzionale testimonianza della vita sociale nelle colonie fenice del Mediterraneo.
Sull'isola sono presenti piu' di 10 luoghi archeologici subacquei relativi all'età del bronzo che hanno contribuito alla conoscenza delle rotte commerciali dell'antichità da parte degli scienziati e degli archeologi che hanno dedicato a queste zone approfonditi studi.

Ibiza l'isola dai mille volti, una delle quattro isole delle Baleari, conosciuta in tutto il mondo per le sue notti magiche e pazze, tra numerosi locali fashion e trasgressivi, non è solo l’isola loca, come viene spesso chiamata in Spagna, ma anche l'isola della natura forte e della tranquillità da scovare. Per chi non lo sapesse difatti questa isola offre anche tantissime spiagge tranquille e calette nascoste per godersi il sole e il relax. Non mancano poi i percorsi naturalistici da scoprire e i paesini pittoreschi da visitare, magari per fare shopping nelle botteghe artigianali o per conoscere il patrimonio artistico e culturale più autentico dell’isola. Se si lascia poi per un attimo la bellissima costa frastagliata e ci addentra nelle campagne si rimane affascinati dai tanti sentieri immersi nel verde che permettono una passeggiata tranquilla e benefica.

Maiorca

Maiorca è per estensione l’isola più grande dell’arcipelago spagnolo delle Baleari. Normalmente abitata da 750.000 persone, nel periodo estivo conosce un intenso flusso turistico, con visitatori che provengono soprattutto dalla Germania, dall’Europa del nord e dalla Spagna peninsulare.

L’isola è da sempre una tra le più note località balneari iberiche. A favorire questa fama sono i suoi paesaggi mozzafiato e il mare cristallino che la rendono il luogo di vacanza ideale per chi ama la natura, ma non solo. Maiorca dispone, infatti, di una notevole offerta turistica, in grado di soddisfare visitatori di ogni gusto ed età.

Palma de Mallorca, fondata dai Romani, è il capoluogo dell’isola di Maiorca. La città, che può considerarsi uno tra i centri storici più belli del Mediterraneo, sorge in una spettacolare baia che la rende ancor più affascinante e caratteristica. I monumenti che vale la pena visitare  a Palma de Mallorca sono parecchi, primo tra tutti la cattedrale di Santa Maria, abitualmente chiamata la Seu. L’edificio, in stile gotico catalano, si contraddistingue, oltre che per la maestosità, per la sua posizione, essendo localizzato di fronte al mare e tra due dei più importanti esempi di architettura maiorchina: il Palazzo episcopale e il Palazzo dell’Almudaina.
Il Palazzo episcopale è anch’esso di origine gotica, seppur abbia subito diverse modifiche nel corso dei secoli. Il Palazzo dell’Almudaina, in cui si presume sia stato fondato il primo nucleo romano di Palma, è invece un ammirevole esempio di gotico civile. L’edificio, al cui interno sono presenti raffinati saloni in stile rinascimentale, costituisce la residenza maiorchina della famiglia reale spagnola.
Oltre alle sue bellezze artistiche, Palma si distingue per le splendide passeggiate. Nei pressi di Plaza de la Reina si colloca il Paseo del Borne, uno dei corsi storici cittadini, costellato da alberi e panchine che invitano a sedersi e rilassarsi per quattro chiacchiere o un buon libro. Altrettanto caratteristica è la Rambla, resa variopinta dalla presenza di un mercato di fiori freschi. In prossimità del mare si snoda invece il Paseo Marítimo abbellito dalla presenza di palme. Lungo la passeggiata, di 3 km circa, è possibile imbattersi nel Club Nautico cittadino e nell’Auditorium, sede di eventi musicali, folcloristici e teatrali a livello internazionale.

Le spiagge di Maiorca

Una delle spiagge più frequentate di Maiorca è la Playa de Palma, in cui si concentra gran parte dell’attività turistica insulare. Come evidenziato dal nome stesso, questa spiaggia si trova in prossimità del capoluogo maiorchino.
Per chi desidera allontanarsi dalla città, l’isola vanta inoltre una considerevole offerta di spiagge, più o meno interessate dal turismo di massa. La zona di Magalluf è il tratto litorale più frequentato dagli inglesi e presenta una fitta successione di bar, ristoranti, discoteche, locali e hotel.
Una tra le spiagge migliori dell’area nord-est dell’isola è Playa de Alcudia, le cui sabbie bianche e sottili si estendono per circa sette km. Questa spiaggia è tra le più attrezzate per gli sport acquatici, primo tra tutti il windsurf. Appartiene alla zona settentrionale dell’isola anche la Playa del Mago, nota per le sue acque cristalline e per la presenza di nudisti. La base di Alcudia è il punto ideale di imbarco per le crociere a vela verso Minorca (35nm da Ciutadela)
Maiorca presenta inoltre una grande varietà di spiagge vergini. Degne di nota sono in particolar modo le cale (calas),  le cui acque trasparenti ricordano ambientazioni dai tratti caraibici. La parola d’ordine in questi piccoli angoli di paradiso è relax. Tra le numerose cale sono senza dubbio da visitare CalaTuent, una piccola baia sovrastata dal Puig Major, il monte più alto dell’isola, la Cala de Estellencs, nei pressi dell’omonimo villaggio, la Cala Mondragó, che conserva una natura praticamente incontaminata.

Minorca

Incantevole: l’aggettivo più adatto per l’isola di Minorca, il cui bianco candido delle case si esalta in armonioso contrasto con il blu del cielo e le acque cristalline del mare. Con il suo perimetro litoraneo di 290 km, Minorca costituisce il territorio più orientale della Spagna e dell’arcipelago delle Baleari, di cui rappresenta la seconda isola per estensione.
Dichiarata riserva della biosfera dall’UNESCO nel 1993, l’isola di Minorca gode di un clima mite tipicamente mediterraneo ed è suddivisa in otto comuni: il capoluogo Mahón (in catalano Maó), Ciutadella, Es Castell, Alaior, Ferreries, Es Mercadal, Es Migjorn Gran e Sant Lluís.
Minorca è il luogo di vacanza ideale per gli amanti della natura. Il rispetto per l’ambiente che si nutre in quest’isola è dimostrato dalla presenza di habitat mediterranei ben conservati: pinete, riserve marine, sistemi dunari, grotte terresti, spiagge di fine sabbia bianca ideali per rilassarsi al sole.
A partire dalle abitazioni bianche e basse che si integrano perfettamente nell’ambiente circostante, l’isola di Minorca ha saputo mantenere inalterate le sue caratteristiche architettoniche, proteggendo la propria identità territoriale dai cambiamenti derivanti dal turismo di massa. Gli stessi palazzi antichi e le vie dei centri storici conservano il fascino del passato, in un perfetto equilibrio tra semplicità ed eleganza.
In una settimana, in barca a vela o catamarano, è possibile efettuare il periplo dell'isola con solo 2 ore di navigazione al giorno con soste nelle rade più belle e mai affollate!

A Maó (in castigliano Mahón), capoluogo di Minorca, spetta il merito di un’invenzione gastronomica di diffusione mondiale, la maionese, il cui nome deriva proprio da quello della cittadina.
Fondata dai Cartaginesi, Maó ha nella zona portuale uno dei punti più vivaci, con una vasta scelta di ristoranti e offerte per il tempo libero. Proprio nei pressi del porto sorge uno dei monumenti cittadini più importanti, la Fortezza della Mola, che si può visitare durante tutto il periodo estivo.
Il capoluogo minorchino annovera una serie di meravigliose spiagge, raggiungibili in auto, in bici, a piedi e via mare. Tra le più belle c’è quella di Sa Mesquida, dalle acque trasparenti e dal fondale roccioso,  particolarmente apprezzata dagli amanti delle immersioni.

Ciutadella (in castigliano Ciutadela) è una delle località più affascinanti di Minorca. Tratto distintivo del centro storico della cittadina è la presenza di palazzi dagli interni aristocratici e fastosi che rispecchiano lo stile di vita della nobiltà del XVII e XVIII secolo. Tra di essi spiccano per importanza il Palazzo Salort e il Palazzo dei Conti di Saura.
Ciutadella vanta inoltre alcune tra le più incantevoli spiagge vergini minorchine accessibili a piedi, attraverso sentieri in terra battuta, o via mare. Una volta arrivati in questi piccoli angoli di paradiso ci si renderà conto che aver faticato un po’ per raggiungerli ha dato i suoi frutti. Da queste spiagge, infatti, è possibile ammirare alcuni dei tratti più spettacolari del litorale occidentale dell’isola.

Le spiagge di Minorca

Trovandosi nella zona di Ciutadella vale senza dubbio la pena trascorrere qualche piacevole ora in una delle splendide spiagge di sabbia, rinomate per le limpide acque marine.
Tra le più conosciute ci sono Macarella, En Turqueta e Son Saura.
Spostandosi verso il litorale meridionale uno dei luoghi più noti e frequentati è cala Galdana, il cui mare si contraddistingue per le tinte verde smeraldo. Vista la cospicua presenza di hotel e locali, nei periodi estivi, questa spiaggia è più adatta a chi ama calarsi in atmosfere movimentate. Per chi desidera rilassarsi è, invece, consigliabile visitarla nei mesi meno vincolati al turismo di massa.
Una delle migliori cale del litorale meridionale è quella di Mitjana, le cui sabbie bianche e il cui mare cristallino danno la sensazione di trovarsi in un angolo di splendore caraibico. Cala Mitjana è raggiungibile in auto dalla strada che collega Ferreries a Cala Galdana. Chi ama camminare può arrivarci partendo da Cala Galdana e attraversando un percorso di circa 1 km e mezzo lungo il Camí de Cavalls. Questa cala perfetta per godersi il relax relax nelle prime ore del giorno, momento in cui è semideserta. La piccola spiaggia tende poi a popolarsi in tarda mattinata.
 


Copyright © 09 A.s.d. VELAVACANZE - Via Pietro Teulliè, 14 - 20136 Milano - Italy
tel +39 328 1028633 - Cod. fisc. IT97432820153
Reproduction, even partial, of the contents is prohibited without permission